Hello courses

Inglese nella Casa dei Bambini

 

L’essenziale nell’apprendimento di qualsiasi lingua, la propria o una lingua straniera, è il sentirla parlata nell’ambiente e l’ascoltarla. Questo vale per tutte le persone, adulti e bambini.

Nella nostra Casa dei Bambini, con la presenza di nostre insegnanti madrelingua, i bambini sono esposti all’inglese “quotidiano” (saluti, semplici istruzioni quotidiane, consolazioni), all’inglese “divertente” (canzoni, filastrocche) e a momenti di “apprendimento” (lavori adeguati ai loro interessi e alla loro capacità di attenzione). I bambini usano le loro voci, le loro mani e il loro intelletto per svolgere attività basate sull’inglese. Lo scopo non è quello di “insegnare l’inglese”, ma piuttosto di esporli all’inglese come mezzo di comunicazione, per aiutarli a sviluppare una relazione positiva con l’inglese e per costruire una solida base per il futuro lavoro in inglese che verrà svolto nella scuola primaria. Maria Montessori riferendosi a questo tipo di preparazione la definisce “preparazione indiretta”.

 

Durante i tre anni alla Casa dei Bambini, i bambini accumulano una notevole quantità di parole, frasi, espressioni in inglese – tutte con la pronuncia corretta e una conoscenza del contesto – e questo costituisce la base per la prosecuzione del lavoro che verrà svolto nella scuola primaria.

 

A questo riguardo Maria Montessori, nel libro L’autoeducazione, afferma: «La casa dei bambini e le elementari non sono cose distinte – ma sono la stessa cosa, la continuazione dell’identico fatto.»