8 marzo – Giornata Internazionale della Donna


“Donne tutte sorgete! Il vostro primo dovere in questo momento sociale è di chiedere il voto politico. […] Scienziate, professoresse d’università, dottoresse, romanziere, poetesse, giornaliste, eroine, artiste, commediografe e l’immensa massa delle educatrici dell’infanzia, delle insegnanti secondarie, delle impiegate dei telefoni e dei telegrafi, delle commercianti, delle amministratrici, delle operaie innumerevoli, delle lavoratrici della terra; tutte queste forze attive delle nazioni che danno utile contributo alla collettività, sono senza diritti civili, come chi perde il senno o chi commise reati. […] Donne italiane, dalle nostre leggi! Andiamo superbe e muoviamo a un plebiscito non meno glorioso di quello che consacrò una l’Italia. Diamo questo esempio di civiltà alle altre nazioni affinché si dica: “Grande è la libera Italia, che onorò nelle sue leggi la donna: imitiamola!”. Donne tutte sorgete! Portate l’alto vessillo della vostra italianità alle urne, chiedete il voto politico: esso sarà un mezzo di gloria, di purificazione e di vita nazionale”. LEGGI L’ARTICOLO